UNA SETTIMANA IN COMPAGNIA DEI SANTI


« Estate a soraru’ La festa dell’assunta »

pubblicato il 06 agosto, 2017

Le prossime due settimane sono ricche di ricorrenze significative. Lunedì 7 agosto ricorre la memoria di San Gaetano da Thiene (1480 – 1547), il quale è particolarmente legato al nostro Patriarcato, dato che a Venezia fondò l’ordine dei Teatini e da Venezia promosse iniziative di riforma e di rinnovamento della vita della Chiesa. Martedì 8 si ricorda San Domenico (1170 – 1221) il quale fondò a Tolosa l’ordine dei frati predicatori, meglio conosciuti come domenicani e presenti anche nella nostra città a San Giovanni e Paolo. Alla sua passione per la fede del popolo di Dio la Chiesa deve molto, in particolare la diffusione della preghiera del rosario. Mercoledì 9 è la volta di una santa dei nostri tempi: Santa Teresa Benedetta della Croce, al secolo Edith Stein (1891 – 1942). Secondo San Giovanni Paolo II questa donna fu «una personalità che porta nella sua intensa vita una sintesi drammatica del secolo» scorso. Tedesca di famiglia ebrea, a 14 anni abbandona l’ebraismo e diviene atea. Studia filosofia con Husserl. Nel 1921 si converte al cattolicesimo e nel ’33 entra al Carmelo di Colonia (lo stesso ordine delle Carmelitane scalze presenti a Sant’Alvise a Venezia). Il 2 agosto 1942 viene prelevata dalla Gestapo e deportata nel campo di sterminio dove muore nella camera a gas. Questa martire è riconosciuta compatrona d’Europa. Giovedì 10 la memoria della Chiesa torna ai primi secoli e celebra San Lorenzo martire (225 – 258), giovane martire di Roma. Tra le scarse notizie della sua biografia è certo il suo martirio, nell’ondata persecutoria che travolse anche Papa Sisto II e altri diaconi. E’ suggestiva la poesia di Giovanni Pascoli che nella notte del 10 agosto interpreta la pioggia di stelle cadenti come lacrime celesti. Venerdì 11 infine ricorre la memoria di Santa Chiara (1193 – 1253). Di nobile famiglia, visse tutta la sua vita ad Assisi e seguì ben presto San Francesco sulla via della povertà evangelica, fondando l’ordine della Clarisse (c’è un loro convento alla Giudecca). Forse non tutti sanno che Pio XII l’ha nominata patrona della televisione e delle telecomunicazioni. Dopo il sabato, tradizionalmente dedicato alla memoria della B. V. Maria, e la domenica lunedì 14 agosto si ricorda San Massimiliano M. Kolbe (1894 – 1941), sacerdote dell’Ordine dei Frati Minori Conventuali e martire. Fondatore della Milizia di Maria Immacolata, fu deportato in diversi luoghi di prigionia e, giunto infine nel campo di sterminio di Auschwitz vicino a Cracovia in Polonia, si consegnò ai carnefici al posto di un compagno di prigionia, offrendo il suo ministero come olocausto di carità e modello di fedeltà a Dio e agli uomini. In conclusione, questi otto giorni costituiscono un itinerario in compagnia dei santi che culminerà con la solennità dell’Assunta: Maria, la prima redenta e la prima risorta insieme a Cristo.







Archivio