PSG

UN AMICO IN PARADISO


« Catechesi del 3 novembre 2017 #quellavoltache »

pubblicato il 29 ottobre, 2017

Dopo la preghiera ci sediamo attorno al tavolo e subito chiedo ai bambini se sanno qual è la prossima festa. Halloween! grida subito il più svelto. C’era da aspettarselo. Abbozzo un sorriso e passo alla domanda successiva, che però non trova risposta ma solo occhi sgranati. I bambini non sanno che il 1° novembre è la festa degli Ognissanti. Grazie ad una semplice scheda da colorare comincio a raccontare di qualche santo…

Come sono vecchi e sterili quei dibattiti sulle origini culturali, religiose o dissacratorie, come pure le polemiche sui pericoli o l’innocuità di Halloween… Più banalmente bisogna riconoscere che un vuoto è stato riempito dal mercato festaiolo e che alla fine resta l’ignoranza religiosa.

La mia attenzione torna ai bambini. Consegno a tutti un cartoncino, che porta questa scritta: «Ho un amico in paradiso: il santo di cui porto il nome». Invito ciascuno a scrivere il proprio nome di battesimo e li vedo diventare curiosi. Matteo, Andrea e Filippo sembrano sapere già che il loro amico è uno dei dodici apostoli. Anche Vittoria annuisce compiaciuta. Laura è un po’ incerta, ma glielo confermo. Restano gli ultimi due. Emma non ci credeva, eppure anche lei ha un’amica in paradiso. Per ultimo, il bambino che era più svelto ed ora un po’ spento. Il suo nome è straniero e forse i suoi genitori gliel’hanno dato pensando ad una star del cinema… Kevin! Lo sai che porti il nome di un santo irlandese? Sorride, è contento di avere anche lui un suo amico in paradiso.

Natalino Bonazza


Precedenti »

Archivio