RIGIOCATTOLO E GIORNATA MONDIALE DEI POVERI


« Uno sguardo sulla settimana Con maria in attesa del signore che viene »

pubblicato il 26 novembre, 2017

Anche quest’anno nei giorni di sabato 11 e domenica 12 novembre, in occasione della festa di S. Martino, è stata proposta nella nostra parrocchia la raccolta dei giochi usati. I bambini hanno potuto donare uno o più dei propri giochi per aiutare la Comunità di S. Egidio.
L’iniziativa si inserisce in un progetto più ampio, che va dalla lotta alla povertà dei bambini delle nostre periferie, alla creazione di una cultura di pace, allo sviluppo sanitario e nutrizionale nei paesi in via di sviluppo.
Infatti da ormai quasi 50 anni la Comunità di S. Egidio promuove la preghiera, la comunicazione del Vangelo, la solidarietà con i poveri, l’ecumenismo vissuto come amicizia e il dialogo come via della pace e della collaborazione tra le religioni, ma anche come modo di vita e come metodo per la riconciliazione dei conflitti.
Inoltre, attraverso le Scuole della Pace, la Comunità di S. Egidio sostiene gratuitamente i bambini e gli adolescenti nell’inserimento scolastico, aiuta le famiglie nel loro compito, proponendo un modello educativo aperto agli altri, solidale verso i più sfortunati, capace di superare barriere e discriminazioni. Ogni anno nel mondo più di 30.000 bambini e adolescenti frequentano regolarmente le scuole della pace. Tutto questo avviene in Italia e in più di 70 paesi dei diversi continenti.
Grazie alla generosità dei nostri bambini, sono stati raccolti ben 6 grandi scatoloni carichi di giochi tra peluche, macchinine, puzzle e molto altro, oltre al ricavato non previsto di € 95,03 (qualche genitore ha chiesto di poter acquistare subito, mediante un’offerta, uno dei giochi presenti). Quanto raccolto è stato consegnato domenica scorsa alla Comunità di S. Egidio di Padova, in occasione della giornata mondiale dei poveri. Con alcuni giovani della nostra parrocchia ci siamo infatti uniti al gruppo di Padova e abbiamo partecipato alla messa domenicale celebrata nella chiesa di S. Maria del Conio. Erano presenti anche una sessantina di poveri, con i quali abbiamo poi condiviso il pranzo offerto dalla Comunità, servendo ai tavoli le varie pietanze preparate con cura da alcune signore.
I giochi consegnati, unitamente a quelli raccolti a Padova, verranno poi puliti, aggiustati se rotti e completati se mancanti di pezzi sostituibili, dai bambini della Scuola della Pace. Essi poi nel periodo di avvento davanti al Caffè Pedrocchi a Padova daranno vita al Rigiocattolo: il mercatino dei giochi il cui ricavato servirà a finanziare il progetto DREAM per la lotta all’Aids in Africa.
Con un semplice gesto abbiamo permesso di recuperare dei giochi probabilmente destinati al cassonetto dell’immondizia, di dare una possibilità di inclusione ai bambini della Scuola della Pace e di collaborare alla lotta della povertà e dell’Aids (per ulteriori informazioni http://www.santegidio.org).

Leonardo Livieri







Archivio