PSG

IL VANDALO HA SEMPRE TORTO


« Catechesi del 1° giugno 2018 «dammi tempo» »

pubblicato il 27 maggio, 2018

Viviamo giorni di passaggio tra una festa parrocchiale e l’altra. Terminata la Festa del Villaggio a San Giuseppe sta per iniziare la Festa della Comunità al Corpus Domini. I volontari ci mettono entusiasmo e buona volontà, per offrire delle serate di allegria e di amicizia, avendo attenzione verso tutti, dai bambini alle famiglie, dai giovani agli anziani. Così come riescono, le nostre comunità cristiane danno vita ad un incontro di popolo che diventa espressione bella e armoniosa della vita buona da realizzare insieme.

In questa impresa bisogna mettere in conto anche le nostre fragilità e i nostri difetti, lo sappiamo bene. Una festa è riuscita quando sa tener dentro con grandezza d’animo e pazienza anche le fatiche, qualche momento spiacevole o di tensione e conflitto. Il che non significa però restare indifferenti o acquiescenti di fronte a gesti di vandalismo.

Mi riferisco a dei fatti, di cui chiedo scusa a nome della comunità parrocchiale di San Giuseppe: nel giro di ventiquattr’ore tre auto, parcheggiate proprio in prossimità dell’ingresso alla Festa, hanno avuto ciascuna due gomme forate. Atti deliberati, da stigmatizzare in termini netti: nessun vandalismo è giustificabile. Se ci sono problemi con il far west del parcheggio – ovunque e comunque – non è questo il modo di affrontarli. Mai. Da nessuna parte, sia al Villaggio San Marco, sia al Quartiere Pertini, qualora avesse a succedere.

Gli autori di simili fatti vadano a confessarsi.

Natalino Bonazza

I commenti sono chiusi.




Archivio