UNA PROPOSTA RIVOLTA A TUTTI


« Sempre piu’ in alto Festa del ciao 2018 »

pubblicato il 26 ottobre, 2018

UNA PROPOSTA RIVOLTA A TUTTI
I gruppi di ascolto raccontati da chi vi partecipa

Cosa sono i Gruppi di ascolto (GDA) ?

Una quindicina di anni fa, il Patriarca di allora, il nostro amato Marco Cè, ha proposto alle famiglie della diocesi i GDA..

In che cosa consistono ? Alcune persone, circa una decina, si riuniscono in una casa ospitante dove un animatore preparato aiuta a leggere, capire , vivere un brano del Vangelo , collocandolo nel periodo storico in cui è stato scritto. Da queste letture si sente veramente una forza che ci scuote e ci esorta a staccarci dal nostro atteggiamento superficiale per cercare in noi stessi il germe della vera fede. Quella goccia che Dio ha messo in tutti noi.

Le persone che partecipano si relazionano tra di loro, si scambiano le proprie idee ed esperienze di vita, diventano amiche; ci si incontra nella concretezza del vivere quotidiano. Io, che fin dall’inizio ho seguito questi incontri, mi sono innamorata della Parola di Dio. Mi ha insegnato la verità nell’amore come dono e servizio e se non posso dare il mio aiuto concreto, cerco di essere vicina alle persone nel modo che so fare. Con la mia preghiera chiedo al Signore di aiutarle perché Dio è Amore e non lascia mai soli i suoi figli. Così nasce in me il desiderio che altri si possano avvicinare a questi incontri, anche solo per curiosità, perché la lettura dei Testi Sacri apre una visione nuova della vita e il camminare insieme aiuta a superare meglio le difficoltà che si incontrano nella vita.

Egidia Soncini

 

Dalla proibizione di dare la Bibbia ai laici nelle traduzioni in lingua corrente come reazione alle istanze della Riforma luterana fino al movimento biblico liturgico e alla costituzione dogmatica Dei Verbum del Concilio Vaticano II, il rapporto dei cattolici con la Sacra Scrittura è molto migliorato. La Bibbia è presente spesso nella biblioteca di casa, ma quanto alla sua lettura… Per intraprendere un itinerario di crescita spirituale, bisogna avere un maestro: e quale miglior maestro della Parola fatta carne, cioè Gesù Cristo stesso? Negli Atti degli Apostoli si narra: «Filippo corse innanzi e, udito che (l’Etiope) leggeva il profeta Isaia, gli disse: “Capisci quello che stai leggendo?». Egli rispose: «E come potrei capire, se nessuno mi guida?” (8, 30s.

I gruppi d’Ascolto sono presenti nella nostra diocesi dal 1999. Sono formati da adulti e vengono ospitati da una famiglia. Ci troviamo in un clima fraterno e orante e prendiamo in mano la Bibbia con il metodo della lettura divina popolare, scandita nei tre momenti: osservare, interpretare, applicare. Come animatore di un Gruppo di ascolto ho fatto esperienza che si tratta di un valido approccio alla proposta di vita cristiana. A volte la passione che nasce e cresce per la Parola, può portarci a rischio di naufragio … ma (il Poeta ci perdoni) «il naufragar m’è dolce in questo mare».

Mario Zilio







Archivio