SOLD OUT


« Adorerai Uno sguardo sulla settimana »

pubblicato il 08 marzo, 2019

Giovedì mattina, mentre tenevo la mia consueta lezione di ginnastica in patronato, sentivo provenire dalla cucina adiacente il salone, delle allegre voci e un invitante profumino. Era giovedì grasso e all’ora di pranzo la sala si sarebbe riempita di non più giovani (solo per età ma non certo per spirito) festaioli commensali. Da quanto mi è stato riferito, gli anni scorsi l’afflusso non è stato così numeroso ma quest’anno hanno dovuto dire di no a diverse richieste per SOLD OUT, tutto esaurito. In effetti, i cuochi sono eccezionali, il cibo buono, la compagnia ottima e il prezzo da pagare davvero concorrenziale!

Sono questi gli ingredienti necessari per una buona riuscita di un progetto che si fa reale proposta: le risorse personali che ognuno, nel suo piccolo, può mettere a disposizione, la qualità delle relazioni, la voglia di stare assieme, la gioia di vivere e la non speculazione. C’è chi mette a disposizione le sue capacità, in questo caso culinarie, ma anche e soprattutto il suo tempo. Tempo…al giorno d’oggi pare che nessuno ne abbia più, nemmeno per sé stesso, così occupati e indaffarati a lavorare, a correre di qua e di là, a comprare, a scrivere stati sui social, ma quasi mai a condividere e a vivere davvero. C’è chi mette a disposizione spazi. Spazio…al giorno d’oggi facciamo molta fatica a dar spazio agli altri, presi dalla smania di primeggiare su tutti e su tutto. Spazio che diventa solo mio, la mia zona di confort dentro la quale non devo far entrare nessuno e mi sento protetto. Non certo spazio di condivisione e di accoglienza come può essere la sala di un patronato. C’è poi chi mette a disposizione il suo essere. Essere…al giorno d’oggi a tutti preme apparire. Apparire benestante, felice, pieno di amici, sempre sul pezzo, giovane, fisicato, impegnato. E spesso ci scordiamo che invece siamo. Siamo esseri umani e in quanto tali abbiamo bisogno di relazioni, sane e sincere.

Quando io e le mie ginnaste abbiamo lasciato il salone, l’aria sarà stata sicuramente un po’ viziata. Ma le finestre sono state aperte, sono stati disposti i tavoli e i posti a sedere, sono state applicate le decorazioni di Carnevale e poi immagino siano state accolte a dovere le persone che man mano arrivavano. Sono piccole e semplici attenzioni che però fanno grande un evento. Sono quei dettagli che avvalorano e valorizzano i rapporti tra le persone, persone che molte volte non sono abituate, non più, a ricevere certe attenzioni, persone “dimenticate”, messe in un angolo perché ormai anziane, non più “produttive”, “scadute”.

Giovedì grasso, in poche ore pomeridiane, si è fatto SOLD OUT, non solo di posti ma anche di tutti quegli ingredienti che fanno valida, in tutti i sensi, una bella iniziativa!

Monica Alviti






Archivio