DA LUNEDI’ 18 MAGGIO


« Il centenario A messa ci staremo tutti? »

pubblicato il 15 maggio, 2020

Com’è noto, a partire da lunedì 18 maggio è consentita la celebrazione della messa con il popolo, seguendo le disposizioni del protocollo cofirmato dal Presidente del consiglio, dal ministro dell’interno e dal presidente della Conferenza episcopale italiana. All’ingresso delle nostre chiese un grande cartello viene esposto per dare le informazioni essenziali, a partire dall’indicazione del numero massimo che ciascun luogo di culto può ospitare rispettando i parametri di distanziamento: a San Giuseppe 100 posti + 1 postazione per disabili in carrozzina e + 1 per il celebrante; al Corpus Domini 57 + postazione per disabili in carrozzina e + 1 per il celebrante. Una segnaletica apposta su porte e pavimento viene utilizzata per indicare direzioni e percorsi. Sui banchi infine saranno collocati segnali per le posizioni dei posti a sedere e sono stati collocati per mantenere il corretto distanziamento. I volontari gestiranno l’accoglienza, verificando le condizioni di accesso, vigileranno su posizioni e movimenti (momento delicato sarà la comunione eucaristica dei fedeli), guideranno il deflusso e cureranno l’igienizzazione finale. Tutti siamo chiamati al senso di responsabilità per il bene comune così da partecipare con serena fiducia alla celebrazione liturgica. La partenza sarà davvero morbida, perchè lungo la settimana le messe feriali contano un numero ridotto di fedeli. La vera prova del fuoco la avremo nelle messe festive della Festa dell’Ascensione, sabato sera 23 e domenica 24 maggio.







Archivio