UNO SGUARDO SULLA SETTIMANA


« Distanziamento sociale Novita' da gente veneta »

pubblicato il 15 maggio, 2020

“In attesa dell’app “Immuni” ricordo che Madre Natura ha preinstallato l’app “Neuroni” in ogni cittadino. Se non parte di default spegnere e riaccendere”.

“Sapete, ci sono alcuni virus e alcune influenze che vanno via grazie al vaccino, altre che scompaiono senza vaccino…se oggi avessimo un vaccino sarebbe molto utile, sarei molto contento. Ma in ogni caso a un certo punto probabilmente se ne andrà via da solo”.

Facciamo un giochino semplice semplice, dovete associare queste frasi a due persone che ricoprono incarichi pubblici:

  1. A) il presidente degli Stati Uniti d’America
  2. B) il sindaco di Pergine, un piccolo paese nel Trentino Alto Adige

Verrebbe spontaneo pensare che uno degli uomini più importanti del mondo si sia scagliato contro chi sottovaluta questa emergenza senza precedenti che sta causando proprio nella sua nazione il maggior numero di contagi e vittime e quindi abbia invitato tutti ad essere attenti e vigili nel mantenimento delle regole contro il contagio.

Peccato che non sia così…e che proprio la prima frase sia stata postata dal sindaco italiano su un social network per avvisare ironicamente i propri concittadini di non allentare le misure precauzionali dopo che il fine settimana di bel tempo ha fatto uscire parecchia popolazione senza il distanziamento e in svariati casi anche senza mascherina.

Dall’altro lato dell’Oceano abbiamo invece Donald Trump che si lascia andare a previsioni dettate da…cosa? Dalla probabilità che forse il virus si stancherà della terra e andrà a visitare altri pianeti, quindi pura fantascienza!

E’ arduo pensare a una soluzione che ci faccia ritornare alla vita passata se chi dovrebbe indicarci la strada chiude gli occhi e fa finta di nulla; fortunatamente ci sono persone – la stragrande maggioranza – che hanno a cuore le sorti di tutti gli esseri e non antepongono interessi economici o politici di fronte a catastrofi come quella che stiamo vivendo.

Non possiamo pensare di passare il resto della nostra vita con mascherine e soprattutto senza contatto umano, fondamentale per l’anima; le nazioni devono ripartire e tutti devono riprendere il lavoro ma non si può far finta di niente!

Resto basito anche da chi si dichiara contro il vaccino se questo – si spera! – verrà trovato e “imposto” a tutto il mondo; anche qui l’interesse del singolo non può far crollare una soluzione che, per essere efficace, dovrà essere condivisa da quante più persone possibili.

Mai come adesso l’unione (di intenti) fa la forza! Crediamoci!

Alessandro Seno






Archivio