I SANTI DELLA SETTIMANA


« Nuove collaborazioni Fiori di campo »

pubblicato il 17 luglio, 2020

Tra i santi che che ci incoraggiano e ci accompagnano nei prossimi giorni la Chiesa ci presenterà:

  • martedì 21 luglio – san Lorenzo da Brindisi. Nato nel 1559, perse il padre da bambino e la madre ch’era appena adolescente. A quattordici anni fu costretto a trasferirsi a Venezia da uno zio sacerdote, dove proseguì gli studi e maturò la vocazione all’Ordine dei Minori Cappuccini. Assunse il nome di Lorenzo e il 18 dicembre 1582 divenne sacerdote. Ricevette incarichi sempre più importanti nel suo Ordine fino ad essere eletto vicario generale nel 1602. Uomo di studi e governo fu mandato come missionario tra le truppe imperiali Nel 1619 morì a Lisbona, mentre portava al re le istanze di giustizia dei nobili napoletani. Beatificato nel 1783 da Pio VI e canonizzato nel 1881 da Leone XIII, fu proclamato dottore della Chiesa, col titolo di «doctor apostolicus», nel 1959 da san Giovanni XXIII.
  • mercoledì 22 – festa di santa Maria Maddalena. Questa donna faceva parte del gruppo dei discepoli e seguì il Maestro fino ai piedi della croce. Fu lui, il mattino della sua risurrezione, a venirle incontro e a farsi riconoscere, chiamandola per nome. Testimone oculare della risurrezione fu anche designata da San Tommaso d’Aquino «apostola degli apostoli». Qualche anno fa, al termine del giubileo della misericordia, Papa Francesco ha elevato la memoria liturgica di santa Maria Maddalena al grado di festa, per significare la rilevanza di questa donna che mostrò un grande amore a Cristo e fu da Cristo tanto amata. L’attuale contesto ecclesiale infatti domanda di riflettere più profondamente sulla dignità della donna, spesso svilita, e di annunciare e la grandezza della misericordia divina per il mondo.
  • giovedì 23 – santa Brigida, compatrona d’Europa. Nacque nel 1303 nel castello di Finsta, nell’Upplandi (Svezia), dove visse con i genitori fino all’età di dodici anni. Sposò Ulf Gudmarson, governatore dell’Östergötland, dal quale ebbe otto figli. Secondo la tradizione devozionale, nel corso delle prime rivelazioni, Cristo le avrebbe affidato il compito di fondare un nuovo ordine monastico. Nel 1349 Brigida lasciò la Svezia per recarsi a Roma ed ottenere un anno giubilare e l’approvazione per il suo ordine, che avrebbe avuto come prima sede il castello reale di Vastena, donatole dal re Magnus Erikson. La sua canonizzazione avvenne nel 1391 ad opera di Papa Bonifacio IX.
  • sabato 25 luglio – san Giacomo apostolo, detto “maggiore” per distinguerlo dall’apostolo omonimo, Giacomo di Alfeo. Come il fratello Giovanni è figlio di Zebedeo: ambedue furono chiamati da Gesù insieme a Simone e Andrea, mentre lavoravano come pescatori e poi costituiti nel gruppo dei dodici. Con Pietro e Giovanni Giacomo fu testimone di alcuni momenti forti: la trasfigurazione del Signore sul Tabor, la risurrezione della figlia di Giairo e la preghiera di Gesù nell’agonia al Getsemani. E’ il primo apostolo martire: nella primavera dell’anno 42 fu messo a morte per ordine del re Erode. Una tradizione antica gli attribuisce la predicazione del Vangelo in Spagna. Sotto la dominazione araba si ritenne che il suo corpo fosse stato prodigiosamente portato nel nord-ovest della pensiola, dove sorge Santiago de Compostela. La fede nella sua protezione divenne uno stimolo enorme in quei tempi di prove durissime. E tutto questo ebbe un riverbero positivo sull’Europa cristiana, che già nel decimo secolo iniziò i pellegrinaggi a Compostela, lungo il Cammino omonimo: fenomeno attuale fino ai nostri giorni.






Archivio