LA FESTA DELLA SALUTE – AGGIORNAMENTO


« 60 anni di vita coniugale Raccolta di firme »

pubblicato il 20 novembre, 2020

Date le condizioni generali, questa ricorrenza cara a tutti va vissuta in modalità che la rendono diffusa, capillare ed essenziale. Sarà occasione per puntare alla sua autentica origine: un gesto di affidamento all’intercessione della Madre di Dio, un atto di speranza per tutti. In piena pandemia, che è un tempo di prova e perciò di supplica, facciamo insieme un pellegrinaggio del cuore, rivolgendoci a Maria la quale ci dice, come quel giorno a cana: «Qualsiasi cosa vi dica, fatela» (Gv 2,1-11). Ecco le  nostre proposte:
– in casa: onoriamo l’immagine della Madre di Dio, accendendo una candela e recitando insieme, genitori e figli, la preghiera dell’Ave Maria o il rosario.
– in parrocchia: partecipiamo alla messa della festa liturgica (a San Giuseppe venerdì 20 alle ore 18 e sabato 21 alle ore 10; al Corpus Domini sabato 21 alle ore 10.

Si ricorda inoltre che viene concessa una speciale indulgenza plenaria, alle consuete condizioni, non solo ai fedeli che visitano chiese parrocchiali o santuari, chiese rettoriali, cappelle (di luoghi di cura, residenze per anziani e istituti di reclusione) del Patriarcato di Venezia nei giorni 19-22 novembre 2020, ma anche a tutti quei fedeli anziani, che per gravi motivi non possono uscire di casa e a coloro che li curano o assistono, i quali unendosi spiritualmente agli altri fedeli, dinanzi ad una immagine della Beata Vergine Maria, recitino il santo rosario secondo le proprie intenzioni e quelle del Santo Padre.

– la messa solenne delle ore 11, cui farà seguito l’Angelus e la preghiera di affidamento alla Madonna della Salute, presieduta dal patriarca Francesco, sarà trasmessa nei canali tv locali e nella pagina facebook di Gente Veneta.

Ovviamente ciascuno è libero di andare alla Basilica della Salute a Venezia o all’omonima chiesa a Mestre, tenendo tuttavia presente che le norme di distanziamento e antiassembramento costringeranno a tempi lunghi di attesa e ad una visita breve.







Archivio