NOVITA’ DA GENTE VENETA


« Uno sguardo sulla settimana 60 anni di vita coniugale »

pubblicato il 20 novembre, 2020

Turismo, trasporti, ristorazione, artigianato…: il Veneziano soffre per la crisi economica prodotta dalla pandemia. La testimonianza di chi resiste, le richieste di chi fatica, le idee di chi lancia proposte per innovare.

Su questi temi si sofferma il nuovo numero di Gente Veneta, che propone anche:

  • Una Festa diffusa, capillare e vicina a tutti. anche grazie ai media. La Madonna della Salute: tutti i suggerimenti per viverla al meglio e con devozione.
  • Laguna di Venezia: ripristinati 95 ettari di barene, con il metodo “bio” e a Km 0. Ottimi risultati, confermati gli interventi, ma il budget per il futuro è zero.
  • Lido di Venezia: Bruno e Germano, diaconi da 30 anni.
  • Biscontin, Bellinato, Gallana: tre nuovi Responsabili di zona, a Venezia e in terraferma, per gli scout Agesci.
  • «Con il gioco insegniamo ai bambini a difendersi dal Covid». Così, alla materna parrocchiale di Chirignago, si va oltre la pandemia.
  • Mercato di Marghera, record di funghi controllati dai micologi dell’Ulss: 10mila chili. Ma pochi i privati che portano le loro “scoperte”.
  • A Mira, entro l’anno, prendono il via i lavori socialmente utili fatti da chi percepisce il reddito di cittadinanza.
  • Revedoli (Torre di Fine): dopo il restauro della chiesa, terminato anche quello della Madonna con il Bambino.






Archivio