UNO SGUARDO SULLA SETTIMANA


« “libertà e vita”: il messaggio per la giornata per la vita 2021 Novita' da gente veneta »

pubblicato il 29 gennaio, 2021

Appena riapriranno i cinema (e lo faranno, statene certi!) uno dei film che andrò a vedere  sarà “Supereroi”; immagino già il vostro pensiero “La solita pellicola piena di effetti speciali e con zero trama…”.

In questo caso però il titolo è fuorviante, o meglio, non riguarda esseri con superpoteri – da cui derivano super responsabilità – ma persone comuni, gente come noi che vive la vita quotidiana fatta di lavoro, spese, dentista eccetera ma con una particolarità: quella di essere una coppia!

Proprio così, il regista afferma che per vivere assieme ad un’altra persona c’è bisogno di superpoteri e da qui nasce il titolo.

Ora, sembra che la vita amorosa sia un’epica battaglia tra forze del bene e del male, no, il nemico che assieme entrambi i protagonisti devono combattere è il…tempo.

Infatti il film si svolge su due piani temporali, il primo è quello della conoscenza e dell’innamoramento e poi, dopo vent’anni,  si arriva a quello della routine della vita familiare.

La tesi del regista è che lo svolgersi del tempo e la conoscenza della persona che ci sta accanto portano ad una mancanza di stimoli che spesso sfocia nella rottura del rapporto, da qui l’uso dei superpoteri per tenere salda la relazione.

Ecco la differenza, la pellicola parla di come i protagonisti provino a sconfiggere tutti gli ostacoli che il tempo dissemina davanti a loro: noia, piccole incomprensioni, leggeri fastidi legati al carattere dell’altro/a che, a lungo andare, sembrano divenire montagne insormontabili, deserti aridi impossibili da superare, muri d’acciaio non perforabili.

Ma le coppie ci provano! Si mettono in gioco fino all’ultimo e non abbandonano al primo segnale di pericolo; estraggono le loro (super)capacità di relazionarsi e trovare una soluzione comune, parlano, litigano ma si confrontano, non gettano la spugna.

Il film è stato girato e terminato giusto qualche settimana prima del marzo scorso, poi è iniziato il periodo in cui tutto il mondo si è fermato e tante coppie hanno avuto qualcosa che prima non avevano: tempo da passare assieme; molte relazioni sono esplose ma tante hanno ritrovato la complicità e la “magia” dei primi momenti rinsaldando un’unione che forse era divenuta tran tran quotidiano.

La pellicola poi non è uscita in autunno e il regista ha voluto tenerla ferma e non immettere il film nei canali a pagamento o in streaming in quanto ritiene che debba essere visto sul grande schermo magari con tutta la famiglia.

E allora noi ci saremo con i nostri mantelli svolazzanti, piccoli supereroi che credono negli altri!

Alessandro Seno






Archivio